Matrimonio a Mauritius + Self Drive in Namibia

Programma:

1° giorno: Mauritius

B 11Arrivo a Mauritius, accoglienza in aeroporto e trasferimento in Hotel. Check-in nella camera riservata.
Trattamento di All inclusive Hotel Le Cannonier.
http://www.beachcomber-hotels.com/

2° giorno: Mauritius

foto Giorno 2Trasferimento a Port Luis per la firma della licenza di Matrimonio.
Trattamento di All inclusive Hotel Le Cannonier.

3° e 4° giorno: Mauritius

Beachcomber Hotels & Resorts - Mauritius - île Maurice - Le Canonnier Hotel - 4-star + Spa + BeachSoggiorno Mare.
Trattamento di All inclusive Hotel Le Cannonier

5° giorno: Mauritius

giorno 5

Giorno del matrimonio.
Il pacchetto nuziale comprende:

  • Celebrante
  • Testimoni
  • Coordinatore matrimoniale
  • Allestimento in spiaggia con gazebo o arco di fiori
  • Camera separata per la preparazione della sposa
  • Bouquet per la sposa
  • Fiore occhiello sposo
  • Acconciatura e make up per la sposa
  • Musica registrata durante la cerimonia
  • Bottiglia di Spumante
  • Torta nuziale per 10 persone

Trattamento di All inclusive Hotel Le Cannonier

6° giorno: Mauritius

nostreproposte001Soggiorno Mare. Trattamento All Inclusive

7° giorno: Mauritius – Johannesburg (in aereo)

Foto giorno 7Trasferimento in aeroporto e volo per Jonannesburg. Trasferimento in navetta Hotel
http://www.mondior.com/

8° giorno: Johannesburg – Windhoek (in aereo) + Otjiwarongo (in auto km 330)

Foto  giorno 8Arrivo a Windhoek; incontro con un nostro rappresentante locale per la consegna dei dossier informativi ed informazioni generali sulla Namibia. (numeri di telefono di ogni Lodge ed attività offerte, numeri di emergenza, itinerario dettagliato inclusi i percorsi completi di mappe stradali, vouchers, brochures di ogni sito carta stradale ecc. Ritiro veicolo Nissan 4WD (o similare) con Km illimitato, polizza assicurativa RC, estesa al secondo guidatore, polizza per danni al parabrezza, e partenza per Otjivarongo. Arrivo al Lodge e sistemazione. Pomeriggio libero. Cena al Lodge.
Pernottamento e prima colazione Frans Indogo
http://www.indongolodge.com/

Okahandja è un importante centro di artigianato dell’intaglio del legno nel nord del paese. Qui e presso il Mbangura Woodcaravers Market gli artigiani del legno operano praticano ancora questa antica arte nelle vicinanze della strada principale. Entrambi i mercati sono uno all’ingresso e uno all’uscita dalla città. E’ un luogo eccellente per acquistare un ippopotamo intagliato, una giraffa, un rinoceronte, dato che ogni pezzo è lavorato a mano e lo standard è generalmente molto alto. Gli intagliatori di legno sono una delle attrazioni turistiche principali ed offrono degli oggetti particolari a prezzi molto bassi. Sono disponibili anche oggetti in pietra ed altri prodotti. La maggior parte degli articoli sono veramente africani e vendono prodotti a livello locale.

9° giorno: Otjiwarongo – Etosha National Park (in auto km 370)

foto giorno 9Dopo colazione partenza per il Parco Nazionale di Etosha. Arrivo al Namutoni Camp, check in nel famoso chalet della savana.
Pernottamento e prima colazione a Namutoni Camp, http://www.etoshanationalpark.co.za/namutoni/

(biglietto di ingresso e le attività organizzate non sono incluse)

Il Parco Nazionale di Etosha
è un’enorme salina circondata da una zona arida con arbusti. Le pozze d’acqua disseminate nella zona desertica sono la base per la vita di un’infinità di specie di selvaggina. Leoni, elefanti giraffe o zebre, quasi tutte le specie animali africane sono rappresentate in questa enorme riserva naturale, di circa 22,000km quadrati. Nel parco ci sono circa 300 leoni, 300 rinoceronti, 2000 giraffe e 1500 elefanti. Particolarmente numerosi sono le antilopi, presenti nell’area in almeno 30,000 esemplari. Si possono spesso osservare in enormi branchi di diverse centinaia di animali. Il Parco Nazionale Etosha dispone di una buona infrastruttura: strade in ghiaino ben curate conducono alle pozze d’acqua, dove è possibile osservare un’infinità di selvaggina. Negli altri campi di Okaukuejo, Halali e Namutoni sono disponibili hotels, chalets e campeggi, oltre a ristoranti, negozi e piscine. L’ingresso principale al parco si chiama “Anderson Gate” presso Okaukuejo a sud, dove si trova anche il centro amministrativo del parco. Il “Von Lindequist Gate” si trova ad est vicino a Namutoni. Un nuovo ingresso chiamato “Nehale lya Mpingana Gate” (King Nehale Gate) è stato aperto all’inizio del 2003 nell’area a nord est.

10° giorno: Etosha National Park

foto giorno 10  - EtoshaIntera giornata libera di escursione in 4WD alla scoperta delle varie aree nel parco, osservando gli animali nel loro Habitat. Pernottamento e prima colazione a Namutoni Camp.

11° giorno: Etosha National-Okaukuejo (in auto km 260)

foto giorno 11Partenza per Okaukuejo dopo colazione: durante il viaggio attraverso il parco da Namutoni a Okaukuejo, si potranno ammirare alcuni degli esemplari di uccelli e animali selvaggi assolutamente spettacolari.
Pernottamento e prima colazione a Okaukuejo Camp http://www.tourism.my.na/tours/okaukuejo/flash/index.html/

(biglietto di ingresso e le attività organizzate non sono incluse)

Nell’Etosha National Park è possibile osservare circa 340 specie di uccelli dei quali circa un terzo migrano, incluso il gruccione europeo e diverse specie di fenicotteri. Etosha è uno delle aree di popolamento più importanti di fenicotteri della Regione Sud Africana. Quando si verifica una buona stagione delle piogge, migliaia di fenicotteri si riuniscono sulla salina per allevare i piccoli. Dieci delle 35 specie di Uccelli predatori di Etosha sono migratori. I più facili da avvistare sono l’avvoltoio nano e quello dal dorso bianco: meno frequenti le varietà di avvoltoi denominate Cape (grifone), Egiziano (in grave pericolo di estinzione), avvoltoio delle palme e incappucciato. Ad Etosha si possono trovare otto specie di civette, inclusa la civetta nana perlata e la civetta africana dalla faccia bianca .
Okaukuejo è famoso per la pozza d’acqua illuminata a giorno dove si può osservare lo spettacolo degli animali selvaggi che si radunano e interagiscono.

12° giorno: Okaukuejo – Opuwo (in auto km 480)

foto giorno 12  -Opuwo  (1)Partenza dopo colazione per la regione di Kaokoland famosa per i villaggi della popolazione Himba e le cascate di Epupa. Check-in al Opuwo Country Lodge e sistemazione in luxury room .
Pernottamento e prima colazione Opuwo Country Lodge
http://www.opuwolodge.com/

Opuwo Country Lodge è situato alla sommità della collina a nord ovest di Opuwo con vista sulle vallate e catene montuose con magnifici tramonti e viste a 360. E’ la base ideale dalla quale partire per esplorare la cultura, le tradizioni ed il ricco stile di vita del popolo Ovahimba. Si trova anche a breve distanza da Kaoko Otavi, Epupa Falls e Kunene. Si possono organizzare escursioni da considerare come extra optional a spese dei partecipanti.

Opuwo è la città principale situata a nord ovest della Namibia, una zona chiamata Kaokoland. E’ l’ultimo punto dove si possono trovare dei servizi prima di entrare quest’area desertica dove è possibile vedere il famoso popolo Himba. Da qui si può partire per escursioni in punti di attrazione come le Cascate di Epupa, Swartbooisdrift e Marienfluss, ma solo se ben equipaggiati con veicoli 4×4, carburante di riserva e attrezzatura da campeggio. C’è una casa di cacci e varie casette alloggio molto semplici disponibili per i turisti, oltre ad una stazione di servizio. Non ci sono molti negozi ed è dotato di pista d’atterraggio per i trasporti.

13° giorno: Opuwo

foto giorno 13-swakopmund (2)Prima colazione ed intera giornata a disposizione per visitare i villaggi degli Himba e le cascate di Epupa.
Pernottamento e prima colazione Opuwo Country Lodge.

Kaokoland è la regione al nord del paese ove vivono circa 6.000 Himba. Essi sono pastori ed allevano principalmente bovini e capre conducendo una vita semi-nomade. Migrano con le loro mandrie da una pozza d’acqua all’altra di stagione in stagione. Per gli Himba il vestiario, i capelli ed i gioielli hanno un significato speciale e formano un’importante parte della loro tradizione e cultura. Le donne passano molte ore al giorno a curare la propria bellezza e a pettinarsi. Cospargono tutto il corpo di crema con un miscuglio di burro rancido e color ocra, profumato di resina aromatica del cespuglio Omuzumba. La crema conferisce al corpo una particolare ed intensa lucentezza rossastra, che riflette l’ideale di bellezza Himba.

Grazie alle variopinte pareti rocciose ed alla molteplice varietà di alberi, le Cascate di Epupa Falls sono una delle più importanti attrazioni panoramiche della Namibia. In passato il fiume Kunene, confine fra Namibia e Angola, è stato la destinazione di molti dei primi esploratori. Oggi mantiene ancora la sua aura di avventura. A confluenza di diversi fiumi che sgorgano dagli altipiani dell’Angola, il Kunene diventa il fiume dalle correnti più veloci della Namibia. Discende rapidamente verso ovest attraverso strette gole e rapide fino all’oceano Atlantico. Le acque tumultuose e scroscianti si avvertono chiaramente dall’ Epupa Camp ed hanno un picco stagionale di flusso di più di 500 000 litri al secondo, e occasionalmente di un milione di litri al secondo.

14° giorno: Opuwo – Twyfelfontein (km 400)

foto giorno 14Prima colazione e partenza on direzione sud per Twyfelfontein. Arrrivo e sistemazione nella zona della Foresta Pietrificata. (Check-in entro le 17 .00 per poter usufruire della cena inclusa nel soggiorno)
Pernottamento e prima colazione Vingerklip Lodge http://www.vingerklip.com.na/

La “foresta” si estende su di un rilievo in pietra serena nella valle del fiume Aba-Huab. L’appellativo di “Foresta Pietrificata” è un termine improprio in quanto questi alberi non sono nati nel luogo in cui si trovano adesso. Sembra che siano stati portati qui dalle acque di piena, in seguito all’instaurarsi di condizioni climatiche più calde dopo le glaciazioni Dwyka. Una prova del fatto che questi alberi siano nati altrove risiede nel fatto che non ci sono radici o rami e sono stati trovati soltanto dei tronchi. Gli alberi sono stati quindi sradicati e trasportati dai fiumi fino al sito attuale dove sono stati spiaggiati in un banco di sabbia o sulle secche. Questo si desume dalla posizione di molti tronchi che sono orientati parallelamente uno rispetto all’altro. Susseguentemente sono stati inglobati nella sabbia via via depositata dai fiumi. Spaccature piene di opale sui tronchi suggeriscono che molti degli alberi si sarebbero essiccati prima di essere inglobati nella sabbia. Gli alberi sono stati depositati in un ambiente privo di ossigeno, il che ha prevenuto il decadimento del materiale organico ed ha creato le condizioni ideali per la pietrificazione. Le acque ricche di silice sono penetrate nei tronchi, riempiendo le cellule, la corteccia e le altre parti, dove la silice è precipitata. Questo lungo processo si è svolto contemporaneamente all’indurimento dei sedimenti fino a trasformarli in pietra serena. Quasi 200 milioni di anni più tardi, dopo l’innalzamento dell’intera area, l’erosione in un clima caldo e spesso arido ha rimosso le rocce soprastanti e finalmente ha portato alla luce gli alberi pietrificati. I resti di almeno 50 alberi sono visibili sul plateau, alcuni solo parzialmente, mentre alti rivelano tutta la loro lunghezza. Una buona indicazione della misura di questi alberi si può rilevare da un albero parzialmente esposto che misura più di 30 metri ed ha una circonferenza stimata di 6 m. Gli anelli di crescita e la struttura della corteccia sono così ben conservati da poter scambiare questi alberi pietrificati per tronchi di legno.

Twyfelfontein è la più vasta concentrazione di graffiti dell’Età della Pietra della Namibia, graffiti con circa 2.500 incisioni . Nell’area si trova anche un’altra curiosità geologica, lastre di basalto perpendicolari conosciute come “Organ Pipes” (Canne d’Organo). Twyfelfontein è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO.

15° giorno: Twyfelfontein – Swakopmund (km 370)

foto giorno 15-swakopmund (1)Prima colazione e partenza per Swakopmund, attraversamento della riserva di Cape Cross Seal, per arrivare alla città costiera più famosa della Namibia.
Pernottamento e prima colazione Hotel Villa Margherita http://www.villamargherita.com.na/

Conosciuta come il “Gioiello della Namibia”, scintillante al sole, disposta tra l’oceano e deserto, Swakopmund seconda città della Namibia e tradizionale “capitale estiva” della nazione, è uno dei luoghi più surreali di questa terra di contrasti. Vi si accede attraversando le infinite distese del deserto, una delle aree selvagge ed estese del mondo. Le attività da praticare a Swakopmund vanno dalle escursioni in Quad, in cammello o in barca per avvistare delfini e balene.

(biglietto di ingresso alla riserva e le attività organizzate non incluse)

16° giorno: Swakopmund

Pelican Point, Seal Cruise, Walvis Bay, NamibiaGiornata libera alla scoperta dei dintorni di Swakopmund e la vicina Walvis Bay.
Pernottamento e prima colazione Hotel Villa Margherita.

17° giorno: Swakopmund – Sesriem (km 370)

foto giorno 17Prima colazione e partenza verso sud per avvicinarsi ad una delle meraviglie del paese, il deserto del Namib.
Check-in e cena al lodge.
Pernottamento e prima colazione Le Mirage Desert Lodge & Spa http://www.mirage-lodge.com/

18° giorno: Sesriem

foto giorno 18Intera giornata dedicata alla scoperta del deserto del Namib dove si trovano alcune delle dune più alte del mondo.

Il Sossusvlei, nel cuore del deserto Namibiano, è un enorme depressione di argilla, circondata da dune giganti, alcune di queste alte fino 300 m, sono le maggiori al mondo. Solo dopo una forte pioggia, evento molto raro in questa zona, la conca si riempie d’acqua. Dato che gli strati di argilla non permettono infiltrazioni si forma un lago di color turchese.

19° giorno: Sesriem – Kalahari Desert (km 295)

foto giorno  19Dopo la prima colazione si prosegue il viaggio in direzione est, superato il piccolo centro di Mariental si prosegue nel deserto fino a raggiungere il ranch. Chek-inn e cena
Pernottamento e prima colazione presso Bagatelle Kalahari Game Ranch http://www.bagatelle-kalahari-gameranch.com/

Il Deserto di Kalahari è un’estesa area sabbiosa da arida a semi-arida del sud Africa che si estende per circa 900,000 km² e include la maggior parte del Botswana e parte della Namibia e del Sud Africa. Il circostante Bacino del Kalahari si estende per più di 2,5 milioni di km² incuneandosi più a fondo in Botswana, Namibia e Sud Africa, ed intersecandosi con parte di Angola, Zambia e Zimbabwe. L’unico fiume permanente, l’ Okavango, forma un delta nel nord ovest, creando paludi ricche di fauna selvatica. Antichi letti di fiumi ormai secchi, chiamati omuramba, attraversano la parte centro-nord del Kalahari e formano laghetti permanenti di acqua durante la stagione delle piogge. Una volta paradisi per gli animali selvatici dall’elefante alla giraffa e per i predatori come leoni e ghepardi, i letti dei fiumi sono ormai divenuti zone di pascolo, sebbene sia ancora possibile trovare leopardi e ghepardi.

20° giorno: Kalahari Desert

Elephant Family coming to Okaukuejo waterholeIntera giornata in fuoristrada dedicata alla scoperta del Deserto. Cena al ranch.
Pernottamento e prima colazione presso Bagatelle Kalahari Game Ranch.

21° giorno: Kalahari Desert – Windhoek (km 290)

foto giorno 21Dopo la prima colazione partenza per Windhoek. Arrivo e sistemazione presso la Olive Grove Guesthouse.
Tempo libero per breve visita della città.
Pernottamento presso Olive Grove Guesthouse http://www.theolive-namibia.com /

Windhoek è una città ricca di contrasti fra antico e moderno. Moderni palazzi in cemento si integrano con edifici coloniali . Tamburi africani e incisioni di legno del nord Namibia, vengono esposti sul pavimento di fronte ai negozi eleganti. La città vanta molti edifici costruiti nell’austero stile architettonico tedesco che donano un particolare fascino alla città . Tra questi la sede storica del Governo chiamata Tintenpalast, cioè Palazzo dell’inchiostro, e la Christuskirche (Chiesa del Gesù) con le graziose guglie, segno distintivo nel paesaggio. La Alte Feste, edificio dalle bianche pareti, è divenuto Museo, e contiene molti reperti legati alla storia della nazione.

22° giorno: Windhoek – Italia

Dopo colazione partenza per l’Aeroporto Internazionale, consegna auto in aeroporto e partenza.

Costo del programma a coppia a partire da EUR 5.030*

*escluso voli internazionali e domestici